Sintesi > Provincia di Brescia > Servizi alle imprese L.68/99 > Esonero parziale
Sintesi - la rete dei servizi per l'impiego
  vai al sito web della  Provincia di Brescia
vai Home Portale Sintesi
vai al sito del Ministero per l'Innovazione e le Tecnologie
  | Home | Mappa | Contatti | Aiuto | Manuali\demo | Registrazione
  Operatività telematica>> | Datori lavoro | Cittadini | Operatori | Area personale | Login
  Servizi alle imprese L.68/99 * Esonero parziale
CHI SIAMO
Presentazione
Home portale
Uffici
Politica della Qualità
Cpi e Ucm
Organi di partecipazione
OML
Osservatorio Mercato Lavoro
Pubblicazioni e
Monitoraggi
CITTADINI
Servizi
Bacheca pubblica
Offerte di Lavoro
Modulistica
Orientamento
DATORI DI LAVORO
Newsletter
Comunicazioni
La firma digitale
Comunicazioni
d'urgenza
Procedura di mobilità L.223\91
Prospetto
informativo L.68
Servizi
Modulistica
DISABILITA'
Newsletter
Piano disabili P.P.D
Bacheca pubblica
Offerte di Lavoro
La persona disabile
I datori di lavoro
PROGETTI
In corso
Conclusi
TIPOLOGIE DI LAVORO
Lavoro dipendente
Lavoro autonomo
Lavoro in cooperative
I tirocini o stage

BANDI E GARE

DEMO

MANUALI

MODULISTICA

NORMATIVA

NOVITA'/EVENTI




 
Esonero parziale
CHE COS'E' L'ESONERO PARZIALE

Possono presentare la domanda di esonero parziale i datori di lavoro privati e gli enti pubblici economici che, per le speciali condizioni della loro attività, non possono occupare l'intera percentuale di persone disabili nella misura prescritta dall'art. 3.1 della L. 68/99, nonché i datori di lavoro che rientrino nei casi previsti dall'art. 7.8 del DPR 333/2000.
Sono esclusi i datori di lavoro con un numero di dipendenti compreso tra 15 e 35, "in quanto l'esonero viene connotato dalla legge come un istituto "parziale" (nota del Ministero del Lavoro del 03.04.2001).


NORMATIVA DI RIFERIMENTO

Art. 5 L. 68/99 - D.M. 357/00 - art. 7.8 DPR 333/00 - Delibere della Giunta della Regione Lombardia n. 49786 del 05.05.00 e Decreto del Direttore generale Giunta regionale n. 14063 del 13.06.01, Decreto della Direzione Generale Istruzione, Formazione e Lavoro della RL n. 6785 del 15 luglio 2014.

LA PROCEDURA

 1. Richiesta. I datori di lavoro privati e gli enti pubblici economici presentano la richiesta, che dovrà essere inoltrata mediante invio on-line attraverso il sistema COB-SINTESI oppure utilizzando l’apposito modulo Richiesta di esonero dall'obbligo di assunzione, unitamente a due marche da bollo da € 16.00.
L'eventuale Richiesta di rinnovo (per la quale deve essere utilizzata la stessa modalità della prima
inviata on-line o con lo stesso modulo) dell'autorizzazione deve essere presentata nei trenta giorni che precedono la scadenza del precedente provvedimento di esonero.

Al fine di regolamentare le modalità di rilascio delle autorizzazioni all’esonero parziale, la Provincia di Brescia ha emanato gli Indirizzi e criteri integrativi del D.M. 357/00 per il rilascio dell'autorizzazione di esonero”, disponibili sul sito http://sintesi.provincia.brescia.it/portale 

2. Versamenti. Il contributo è versato ogni anno in due rate semestrali posticipate con scadenza 16 luglio (semestre gennaio-giugno) e 16 gennaio (semestre luglio-dicembre); in caso di richiesta del certificato di ottemperanza ex art.17 L.68/99, il contributo per il semestre in corso dovrà essere versato in via anticipata, contestualmente alla presentazione della domanda di certificazione.
In caso di inadempienza rispetto a mancanti o inesatti versamenti del contributo esonerativo, la Provincia di Brescia attiverà le procedure di cui all’art. 5 comma 5 della L. 68/99 e del D.D.G. della Regione Lombardia 13 giugno 2001, n. 14063 (la somma dovuta può essere maggiorata, a titolo si sanzione amministrativa, dal 5 al 24% su base annua);



 

GESTIONE ESONERI CON SISTEMA MAV  (operativa per i versamenti a partire da luglio 2014 ed ESCLUSIVA MODALITA' DI VERSAMENTO A PARTIRE DAL II^ SEMESTRE 2015).


 3. Variazione delle unità esonerate. Nel caso intervenga, nel corso di ciascun anno di vigenza del provvedimento di esonero, una variazione dell'organico (inteso come base di computo) tale da modificare, in aumento o in diminuzione, il numero delle unità esonerate, pur mantenendo invariata la percentuale massima autorizzata, l'azienda dovrà  effettuare tempestiva comunicazione on line accedendo direttamente al documento di esonero già approvato oppure utilizzando il modulo di  variazione delle unità di disabili su cui versare il contributo esonerativo  da inviare all'ufficio collocamento mirato.



Il contributo dovuto verrà ricalcolato automaticamente dal sistema, tenendo conto della citata variazione.



 



4. Variazione della percentuale di esonero. Nel caso l'azienda intenda invece aumentare la percentuale di esonero autorizzata, dovrà presentare motivata domanda di modifica attraverso apposito modulo cartaceo predisposto dall'ufficio competente.



5. Rinnovo dell'esonero. Nel caso l'azienda intenda presentare istanza di rinnovo dell'esonero, dovrà effettuare l’invio on-line della richiesta oppure utilizzare lo stesso modulo della prima richiesta (MOD 7558) entro e non oltre i 30 giorni che precedono la scadenza dell’autorizzazione già rilasciata. Qualora l'azienda non intenda rinnovare l'esonero dovrà procedere, entro 60 giorni dalla scadenza dell'autorizzazione, all'assunzione di disabili fino alla copertura della relativa quota nominativa, pena la segnalazione alla Direzione Provinciale del Lavoro, ai sensi dell'art.15 comma 2 e 4 della L. 68/99.



Un'eventuale nuova domanda di autorizzazione potrà essere inoltrata anche successivamente alla scadenza: in questo caso l'azienda dovrà però motivare il mancato rinnovo entro i termini previsti. Durante il periodo compreso tra la scadenza dell'autorizzazione vigente e l'eventuale nuova istanza, l'azienda dovrà regolarizzare la propria posizione ove permangano scoperture della quota di assunzioni con richiesta nominativa, pena la segnalazione alla Direzione Provinciale del Lavoro ai sensi dell'art.15 comma 2 e 4 della L. 68/99.



_______________________
 ESONERO DEL 60 MILLE.

In data 17 ottobre 2014 la Regione Lombardia -Direzione generale Lavoro ha diramato l'indicazione del Ministero del Lavoro il quale, a seguito dell'interpello di Confindustria, consente l'ESCLUSIONE dalla base di computo del personale impegnato in lavorazioni che comportano il pagamento di un tasso di premio INAIL del 60 per mille SENZA OPERARE ALCUN VERSAMENTO nei confronti del Fondo regionale per l'occupazione dei disabili. Tale disposizione ha avuto carattere transitorio.

A seguito dell'entrata in vigore del Dlgs 151/2015  il 24 settembre 2015 che ha modificato la legge 68/99 art. 5 comma 3 bis, le aziende sono invece tenute al pagamento del contributo esonerativo giornaliero di euro 30,64.  In data 15/04/2016 il Ministero del Lavoro ha emanato la circolare 0002452 in attesa della pubblicazione del Decreto ministeriale e dell'attivazione della procedura telematica per l'autocertificazione

 


W3C Member  Sito Ufficiale del W3C  Validato CSS
FE4