Sintesi > Provincia di Brescia > Servizi ai datori di lavoro L.68/99 > Riserva private
Sintesi - portale dei Centri per l'Impiego della Provincia di Brescia
 
 
 
  vai al sito web della  Provincia di Brescia
vai Home Portale Sintesi
  | Home | Mappa | Contatti | COB | Manuali-Demo | Offerte di Lavoro | Modulistica | Registrazione
  Operatività telematica>> | Datori lavoro | Cittadini | Operatori | Area personale | Login
  Servizi ai datori di lavoro L.68/99 * Riserva private
CHI SIAMO
Presentazione
Home portale
Uffici
Politica della Qualità
Cpi e Ucm
Organi di partecipazione
Avvisi
OML
Osservatorio Provinciale Mercato del Lavoro
CITTADINI
Servizi
Bacheca pubblica
Offerte di Lavoro
e Corsi
Modulistica
Orientamento
Opportunità all'estero con EURES
DATORI DI LAVORO
Servizi
Comunicazioni Obbligatorie
Prospetto
informativo L.68
Procedura di mobilità L.223\91
Opportunità all'estero con EURES
Modulistica
DISABILITA'
Bacheca pubblica
Offerte di Lavoro
e Corsi
La persona disabile
I datori di lavoro
Piano disabili P.P.D
PROGETTI
In corso
Conclusi
TIPOLOGIE DI LAVORO
I tirocini o stage

BANDI E GARE

MANUALI

MODULISTICA

NORMATIVA

NOVITA'/EVENTI

CONTRIBUTI LAVORO-FORMAZIONE
 




 
Quota di riserva

A FAVORE DELLE PERSONE DISABILI

I datori di lavoro pubblici e privati sono tenuti ad avere alle loro dipendenze (ai sensi dell'art. 3 della L. 68/99) lavoratori e lavoratrici con disabilità nella seguente misura:

enti ed aziende con base di computo da 15 a 35 dipendenti: 1 lavoratore/trice

enti ed aziende con base di computo da 36 a 50 dipendenti: 2 lavoratori/trici

enti ed aziende con base di computo da 51 dipendenti: 7% di lavoratori/trici


L'unità di obbligo è coperta con un contratto di lavoro superiore al 50% dell'orario pieno, tranne per le aziende della fascia 15-35 per le quali è possibile un orario anche inferiore, se l'invalidità della persona assunta è almeno del 51% (DPR 333/2000 art. 3 c. 5)

Le aziende che occupano più di 50 dipendenti su base nazionale (dislocati in più Province) calcolano la quota applicando l'aliquota del 7% al numero di dipendenti della base di compito impiegati in ogni Provincia.


A FAVORE DI ORFANI, PROFUGHI, ECC..

I datori di lavoro che occupano più di 50 dipendenti sono obbligati (ai sensi dell'art. 18 L. 68/99) anche all'assunzione di:

  • orfani e coniugi superstiti dei deceduti per causa di lavoro, di guerra, di servizio oppure in conseguenza dell’aggravarsi dell’invalidità riportata per tali cause;
  • coniugi e figli di persone riconosciute grandi invalidi per causa di guerra, di servizio e di lavoro (cosiddetti equiparati) esclusivamente in via sostitutiva dell'avente diritto a titolo principale;
  • profughi italiani rimpatriati (legge 763/81);
  • vittime del terrorismo, della criminalità organizzata e del dovere anche se non in stato di disoccupazione (art. 1 – comma 2 legge 407/98 e successive modificazioni ed integrazioni);
  • familiari delle vittime del terrorismo, della criminalità organizzata e del dovere esclusivamente in via sostitutiva dell'avente diritto a titolo principale e anche se non in stato di disoccupazione (art. 1 – comma 2 legge 407/98  e successive modificazioni ed integrazioni);
  • testimoni di giustizia (art. 7 decreto-legge n. 101/2013 convertito con modificazioni dalla Legge n. 125/2013, D.M. n. 204/2014);
  • orfani per crimini domestici (art. 6 legge n. 4/2018).
  • orfani di Rigopiano (DL 135/2018 art. 11 septies)
  • care leavers (Legge 77/2020 art. 67 bis) coloro che fuori usciti da comunità- case famiglia o simili, al compimento della maggiore età, vivono fuori della famiglia di origine sulla base di un provvedimento dell’autorità giudiziaria. LA CIRCOLARE 25 GENN 2021 N. 683 specifica che anche coloro che hanno il prosieguo amministrativo posso aderire.

nella seguente misura:

enti ed azienda con base computo da 50 a 150 dipendenti: 1 lavoratore/trice

enti ed aziende con base computo da 151 dipendenti: 1% di  lavoratori/trici

___________________________________________

Esclusione dalla base di computo

Agli effetti della determinazione del numero di soggetti disabili da assumere (c.d. quota di riserva) si computano - ai sensi dell'art. 4 L. 68/99 e art. 3 DPR 333/00 - i lavoratori occupati nell'ente, con esclusione di:

- Dirigenti

- Lavoratori con contratti a termine di durata sino a 6 mesi

- Lavoratori con contratti di somministrazione presso l'utilizzatore  

- Lavoratori con contratti di reinserimento  

- Lavoratori a domicilio e/o telelavoro

- Lavoratori operanti esclusivamente all'estero

- Lavoratori socialmente utili       

- Soci di cooperative di produzione e lavoro

- Soggetti di cui all'Art. 3 cc 3 e 4 della Legge 68/99;
  (partiti politici, org.sindacali, ONLUS, istituti di vigilanza privati, agenti polizia,   protezione civile e difesa nazionale)

- Soggetti art. 5 comma 2 (personale viaggiante del trasporto terrestre-aereo- marittimo e del settore dell'autotrasporto, personale di cantiere o addetto a montaggi industriali o impiantistici e relative opere di manutenzione; personale direttamente adibito alle aree operative di esercizio e regolarità dell'attività di trasporto del solo settore degli impianti a fune)

- Lavoratori che comportano il pagamento tasso premio INAIL pari o superirore al 60 per mille (il datore di lavoro deve fare dichiarazione sostitutiva al servizio competente)

- Soggetti disabili in forza assunti ex legge 68/99 o precedenti

- Soggetti svantaggiati assunti ex legge 381/1991 nelle cooperative sociali tipo b(Circolare Ministero Lavoro 41/2000)

- Soggetti in forza categorie protette (art. 18, comma 2, L. 68/99) assunti ex legge 68/99 o precedenti  

- Altri Lavoratori appartenenti ad eventuali altre categorie escluse da circolari e  provvedimenti ministeriali;

Computo di lavoratori part-time:

PER I LAVORATORI PART-TIME, SE L'ENTE OCCUPA:
- un solo lavoratore part-time: si computa se la quota di orario effettivamente svolto è superiore alla metà rispetto a quello normale previsto dalla contrattazione collettiva per i lavoratori occupati a tempo pieno (es. 19h in un contratto che ne prevede 36/settimana);
- più lavoratori part-time: le unità da computare sono il risultato del rapporto tra la somma delle ore previste settimanalmente per tutti i part-time in organico e le ore settimanali previste dal CCNL di riferimento. È indispensabile, cioè, come esemplificato nel collegamento che segue, sommare gli orari individuali settimanali di ogni part-time e dividere la somma così ottenuta per le ore/settimana a tempo pieno previste nel relativo CCNL. Il risultato corrisponde alle unità da computare. Le frazioni pari o inferiori allo 0,50 devono essere arrotondate per difetto; le frazioni superiori allo 0,50 devono essere arrotondate per eccesso.


 

 


W3C Member  Sito Ufficiale del W3C  Validato CSS
FE01